Penso che si possa immaginare una fiaba alternativa nella quale Tristano e Isotta incontrano Biancaneve, il cacciatore e i sette nani, come nei racconti che si leggono nella rivista «Zeus!». Ma non è necessario aspettare che qualcuno scriva una storia come questa, perché si tratta di un incontro che in realtà è già accaduto.

1. Tristano e Isotta

Mentre stava lavorando alla sua raccolta di poesie e canti dei borders scozzesi, pubblicata nel 1802, Walter Scott si interessò a un manoscritto che si trovava nella biblioteca della corporazione degli avvocati di Edimburgo, della quale egli stesso era socio.

Il codice, oggi datato al secolo XIV, ma che Scott riteneva un po’ più antico, era appartenuto ad Alexander Boswell, padre del più noto James, e conteneva la più antica versione del romanzo di Tristano e Isotta in inglese medievale, risalente al XIII secolo (National Library of Scotland, Advocates’ ms. 19.2.1, denominato Auchinleck Manuscript).

Entusiasmatosi nella lettura di quel testo, e identificandolo (erroneamente) con un’opera del bardo scozzese Thomas the Rhymer, Scott si dedicò di buona lena al poema e ne curò la prima edizione a stampa, che uscì dalla tipografia nel 1804 (Edinburgh, Constable). Il poema ebbe grande successo e fu ripubblicato più volte, nel 1806 e nel 1811.

2. Le fiabe dei fratelli Grimm

Negli stessi anni in Germania i fratelli Jacob e Wilhelm Grimm, celebri studiosi della letteratura e lingua tedesca, avevano raccolto una collezione di fiabe della tradizione, pubblicandole poco dopo con il titolo di Kinder und Haus-Märchen, Berlin, Realschulbuchhandlung, 1812. Tra le storie che vi erano comprese, si legge anche Biancaneve.

3. Lettere e rune

Il luogo dell’incontro fu Abbotsford, la casa che Walter Scott acquistò lungo il fiume Tweed, vicino all’abbazia di Melrose. Nella biblioteca si trova tuttora una copia delle fiabe dei fratelli Grimm in quella prima edizione, all’interno della quale fu rilegata una lettera manoscritta del 1814, indirizzata da Jacob a sir Walter: è il biglietto che accompagnava proprio quel libro, inviato in regalo all’illustre Scozzese.

abbotsford
Abbotsford in un’immagine del tardo XIX secolo (Detroit Photographic Company), Washington, Library of Congress.

Era stato Scott a suggerirlo, in una lettera che da Abbotsford aveva scritto a Jacob il 29 aprile 1814, rispondendo a un biglietto ricevuto pochi giorni prima. Scott diceva di essere interessato alla raccolta di fiabe, che non era però riuscito a procurarsi, e prometteva di inviare a Jacob una copia della sua edizione di Sir Tristrem.

Le fiabe raggiunsero puntualmente la Scozia, come si è visto, ma anche una copia del libro di Scott fu recapitata ai fratelli Grimm, mantenendo la promessa. Lo sappiamo perché Wilhelm, quando pubblicò anni dopo uno dei suoi studi, citò proprio un episodio di Sir Tristrem riferendosi alla terza edizione del 1811, evidentemente quella che l’autore era riuscito a procurargli.

Il lavoro di Grimm era un saggio dedicato alle rune tedesche, e riguardava in particolare la divinazione con rametti d’albero, un’antica usanza germanica attestata fin dall’età classica. Era come se all’incontro fra Tristano, Isotta e Biancaneve, finalmente avvenuto, avesse partecipato anche Thor.

4. Nota bibliografica

Le fiabe dei fratelli Grimm nella biblioteca di Abbotsford sono registrate in Catalogue of the Library at Abbotsford, Edinburgh, Constable, 1838, p. 55.

La lettera di Walter Scott a Jacob Grimm del 29 aprile 1814 è pubblicata in Walter Scott, Letters, III, ed. by H. Grierson, London, Constable, 1932, pp. 434-39, disponibile all’indirizzo nell Walter Scott Digital Archive.

Il saggio sulla divinazione con i rametti d’albero è edito in italiano: W.C. Grimm, Sulle rune tedesche, Introduzione, traduzione, note e commento a cura di G. Garuti Simone, Roma, Carocci, 2010, pp. 170-77.

Finito di scrivere il 12 maggio 2019, © Simone Signaroli.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...